Contenzioso

Servizi pubblici, dirigente licenziabile se critica troppo il cda

di Giuseppe Bulgarini d’Elci

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus


In un contesto aziendale caratterizzato da forti inefficienze produttive che incidono negativamente sulla fruizione di un servizio pubblico, la reiterata espressione del dissenso formulata con toni eccessivi e coloriti da parte di un dirigente nei confronti del consiglio di amministrazione della società è circostanza idonea a giustificare il licenziamento per giusta causa. Se la finalità del licenziamento è quella di restaurare un equilibrato rapporto di fiducia tra il management aziendale e l'organo...