Agevolazioni

Regione Lombardia, al via il progetto «Nuovo ponte generazionale»

di Domenico Repetto

Il progetto «Nuovo ponte generazionale» (delibera regionale n. 665 del 2 febbraio 2015, n. 665, B.U.R.L. 5 febbraio 2015 n. 6) è un intervento per le politiche di reimpiego nato da accordi tra Assolombarda, Regione Lombardia e Inps per le aziende che operano sul territorio lombardo al fine di favorire una solidarietà intergenerazionale per l'accesso dei giovani al mondo del lavoro.
L'obiettivo è quello di accompagnare alla pensione e all'invecchiamento attivo i lavoratori più anziani, cui manchino al massimo 48 mesi per il conseguimento del diritto alla pensione, e di favorire, nel contempo, l'ingresso di giovani in azienda.

Caratteristiche dell'intervento e durata - L'azienda e il lavoratore anziano decidono liberamente e concordemente di convertire il rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale o di ridurre il contratto a tempo parziale già in essere (verticale o orizzontale) fino a un massimo di riduzione del 70%.
Allo stesso tempo, l'azienda si impegna ad assumere giovani in età compresa tra i 18 e 29 anni anche attraverso Garanzia Giovani ed altre misure di sostegno alle imprese previste dalla normative vigenti, assicurando la realizzazione di un saldo occupazionale (orario) positivo in azienda.
La domanda di adesione all'intervento può essere presentata alla Regione Lombardia, per il tramite di Assolombarda, dal 5 febbraio 2015 al 15 maggio 2015 e comunque sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Imprese destinatarie - Posso accedere a tale strumento tutte le imprese associate ad Assolombarda aventi sede operativa sull'intero territorio regionale in particolare con le seguenti caratteristiche:
- regolarità con l'applicazione del CCNL.
- regolarità con il versamento degli obblighi contributivi ed assicurativi, sicurezza sul lavoro e disabili.

Lavoratori interessati - I lavoratori a cui è rivolto l'intervento sono coloro che svolgono la propria attività lavorativa sul territorio regionale a cui mancano non più di 48 mesi e un minimo di 12 mesi al raggiungimento del diritto alla pensione.
La Regione Lombardia garantirà la copertura pensionistica integrale del delta contributivo per il periodo interessato e l'INPS, per il tramite di Assolombarda, certificherà le situazioni contributive dei dipendenti prima della trasformazione del rapporto.

Presentazione della domanda - L'azienda trasmetterà la domanda di adesione ad Assolombarda debitamente compilata indicando i lavoratori interessati. Questi ultimi dovranno delegare Assolombarda a richiedere all'INPS l'estratto conto certificativo al fine di assicurare la propria posizione pensionistica.
Una volta verificati i requisiti pensionistici e la volontà di accesso al Nuovo Ponte Generazionale, l'azienda e il lavoratore sottoscriveranno un verbale d'accordo per accettazione dell'intervento e la riduzione dell'orario di lavoro.
Documentazione e contatti - Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al seguente indirizzo: ponte_gen_ifl@regione.lombardia.it . È inoltre possibile consultare il bando e ulteriori informazioni sul sito della D.G. Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Lombardia www.lavoro.regione.lombardia.it

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©