L'esperto rispondeContrattazione

Lavoro occasionale all’estero

di Andrea Costa

La domanda

Salve, un lavoratore autonomo senza partita iva, ha svolto una prestazione occasionale nei confronti di un committente inglese non soggetto a tassazione in Italia. Si precisa che trattasi di prestatore iscritto alla Gestione separata INPS che ha già superato la soglia dei 5000,00 €. In questo caso dovrà essere direttamente il soggetto percipiente italiano (prestatore ) a dover liquidare il contributo Inps dovuto? La liquidazione andrà effettuata al momento della compilazione della sua dichiarazione dei redditi?? Il calcolo e la liquidazione del contributo dovuto alla Gestione Separata dovrà essere effettuato nel quadro RR del modello Unico Persone Fisiche??. Se si, in che modo?

Nel caso delle prestazioni transnazionali in ambito comunitario trova applicazione il criterio della territorialità, per cui i contributi sono dovuti nel Paese in cui la prestazione è svolta. Particolare eccezione al principio generale - che consente il mantenimento dei contributi in Italia – è contenuta, per il lavoratore autonomo che svolge abitualmente la propria attività lavorativa in Italia, nel par. 2 dell’art. 12 del Regolamento n. 883/2004, che stabilisce “La persona che esercita abitualmente...