Rapporti di lavoro

Artigianato, partono le prestazioni del fondo di solidarietà

di Fabio Antonilli

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto 29 aprile 2016, n. 95581, del ministero del Lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il ministero dell’Economia e delle Finanze, FSBA (Fondo di Solidarietà Bilaterale Alternativo dell'Artigianato) è divenuto a tutti gli effetti operativo, dando definitiva attuazione alla specifica normativa di cui al d.lgs. 148/2015.
Pertanto a partire dalla data del 19 luglio 2016, data di effettiva entrata in vigore del decreto, le imprese obbligate alla contribuzione a FSBA potranno accedere ai trattamenti di integrazione salariale previsti dalla normativa: l'assegno ordinario per almeno 13 settimane oppure, in alternativa, l'assegno di solidarietà per almeno 26 settimane.
Per poter accedere alle predette indennità le imprese dovranno essere in regola con i seguenti versamenti: l'aliquota dello 0,45% a carico del datore di lavoro a decorrere dal 1° gennaio 2016 e l'aliquota dello 0,15% a carico del lavoratore a decorrere dal 1° luglio 2016, entrambe da calcolarsi sulla retribuzione imponibile previdenziale di ogni singolo lavoratore dipendente.
La contribuzione a FSBA avviene, unitamente al versamento della quota fissa pari a euro 7,65 che consente al lavoratore di avere diritto alle prestazioni della Bilateralità Artigiana, attraverso il modello F24 (sezione Inps), rigo unico, utilizzando la specifica causale “EBNA”.
Le causali che giustificano la richiesta della sospensione del rapporto di lavoro e quindi l'intervento di FSBA possono essere, da un lato le situazioni aziendali dovute ad eventi transitori non imputabili all'impresa o ai dipendenti, ivi comprese le situazioni climatiche, e dall'altro le situazioni temporanee di mercato.
La causale che sta alla base della richiesta della sospensione o riduzione dovrà essere indicata nell'accordo sindacale che dovrà essere allegato nella fase di presentazione della domanda per l'accesso ai trattamenti.
Le richieste di intervento potranno essere presentate dalle imprese con modalità informatiche sui siti di EBNA, FSBA e degli Enti Bilaterali Regionali dell'Artigianato, all'interno dei quali è presente il link https://areariservata.fondofsba.it/FSBAWeb per accedere direttamente al sistema informatico che consente la registrazione delle imprese o dei centri servizi/consulenti e la presentazione delle domande, utilizzando la specifica modulistica.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©