L'esperto rispondeRapporti di lavoro

Padre lavoratore unico genitore

di Josef Tschoell

La domanda

Un padre, lavoratore dipendente, di figlio di età inferiore a un anno, è rimasto vedovo dopo che la moglie ha usufruito dell’intero congedo di maternità. Tale lavoratore ha usufruito di parte del congedo parentale ed ha presentato le dimissioni volontarie entro l’anno del bambino. Tali dimissioni sono state convalidate dal lavoratore presso l’Ispettorato Territoriale del lavoro. Si vuole sapere se la ditta deve pagare al lavoratore dimesso il periodo di preavviso ed il contributo all’INPS per l'interruzione del rapporto di lavoro, come previsto per le lavoratrici madri in periodo di tutela. L’art 55 del TU della maternità subordina la tutela del padre lavoratore solo alla fruizione del congedo di paternità.

L’art. 55, co. 1, D.Lgs. n. 151/2001 riconosce, per il periodo durante il quale opera il divieto di licenziamento, alla lavoratrice (o padre lavoratore) il diritto alle indennità previste da disposizioni di legge e contrattuali per il caso di licenziamento. Il successivo comma 2, condiziona però il diritto del padre lavoratore, il quale deve aver fruito del congedo di paternità. Di conseguenza si ritiene che per il caso proposto nel quesito, il padre non abbia diritto alle indennità (periodo di preavviso...