Rapporti di lavoro

Passaggio generazionale in studio sempre meno affare di famiglia

di Massimiliano Carbonaro

Il cambio della guardia pianificato già intorno ai 50 anni. Crescono le fusioni e le aperture verso la partecipazione di soci «esterni»

Non c’è una ricetta unica per il passaggio generazionale negli studi professionali, ma – come in tutte le ricette migliori – tempo e programmazione sono fondamentali. Quello che appare certo è che è un tema diffuso nel nostro paese e diventato più sentito con la pandemia, come sottolinea Mpo, società da oltre dieci anni advisor per fusioni, cessioni, aggregazioni di studi professionali. Anche per motivi demografici: un avvocato su dieci è over 60, al pari di dentisti o architetti, mentre per commercialisti...