L'esperto rispondeRapporti di lavoro

Fringe benefit Polizze extra professionali

di Salvatore Servidio

La domanda

In riferimento al co. 5 dell’art. 12 del CCNL dirigenti industria non devono essere considerati fringe benefit soggetti a tassazione e contribuzione i premi per assicurazioni sulla vita e infortuni/malattia extra professionali pagati dal datore di lavoro che hanno come beneficiario il datore di lavoro e non il dipendente? In caso di sinistro, l’indennizzo sulla base di quanto sopra esposto, viene pagato dall’assicurazione alla Società beneficiaria, la quale trasferirà integralmente l’importo al dipendente. Tale importo per il dipendente rientra tra le somme di cui all’art. 6 comma 2 del Tuir (indennità esenti) o deve essere considerato a tutti gli effetti reddito da lavoro dipendente e assoggettato a tassazione e contribuzione?

In riferimento al quesito prospettato, si osserva che la Polizza rischi extra professionali, assicurato e beneficiario l’amministratore, sono polizze che coprono i danni derivanti da rischi non riferibili al rapporto di lavoro. Deducibilità dei premi per la società: i premi sono deducibili in quanto inerenti (sono considerati compensi in natura corrisposti all’amministratore) secondo il principio di cassa (ex art. 95, comma 5, D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917); Tassazione in capo all’amministratore...