L'esperto rispondeRapporti di lavoro

Bonus giovani 2018

di Antonio Carlo Scacco

La domanda

La Legge di Bilancio 2018 (Legge 205/2017 art.1 co. 100) prevede uno sgravio contributivo della durata di 36 mesi, per la quota a carico del datore di lavoro, nella misura del 50 % e per un massimo di tremila euro l’anno ripartiti su base mensile, per chi assume con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, dal 1° gennaio 2018 giovani lavoratori fino alcompimento dei 35 anni d'età per tutto il 2018. Si chiede se lo stesso datore di lavoro che aveva assunto un dipendente con contratto a tempo determinato cessato il 30 Novembre 2017, possa usufruire dell’esonero contributivo se assume lo stesso dipendente a tempo indeterminato nel mese di Febbraio 2018 (fermo restando tutti i requisiti previsti dalla legge)

Nel rispetto degli altri requisiti previsti la norma richiede che i soggetti da assumere “non siano stati occupati a tempo indeterminato con il medesimo o con altro datore di lavoro”: pertanto non impedisce la fruizione dell’incentivo il pregresso svolgimento di prestazioni lavorative in forme contrattuali diverse da quella del contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, quali, ad esempio, il rapporto di lavoro a termine come descritto nel quesito.