Contenzioso

Non servono dati esatti di esposizione all’amianto, basta l’alta probabilità

di M.Pri.

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

Per avere diritto alla maggiorazione contributiva a seguito di esposizione all'amianto durante l'attività lavorativa, non è necessario che il lavoratore fornisca i dati esatti relativi alla frequenza e alla durata dell'esposizione. È sufficiente che si accerti tramite consulenza tecnica la rilevante probabilità di esposizione al rischio. Sulla base di questo ragionamento la Cassazione, con l'ordinanza 20934/2018, ha accolto parzialmente il ricorso presentato da un lavoratore nei confronti dell'Inps...