L'esperto rispondeContrattazione

Contratto a termine e CCNL Alimentari

di Alberto Bosco

La domanda

Una società che applica il CCNL Alimentari artigianato in base al contratto nazionale di riferimento vorrebbe prorogare un rapporto di lavoro a un operaio superando la durata dei 24 mesi e portandola a 36 mesi come previsto dal contratto nazionale. Per questo tipo di contratto è corretto poter utilizzare personale a tempo determinato fino a 36 mesi sempre rimanendo nel limite massimo dei 4 rinnovi?

L'articolo 38 del CCNL Alimentari (artigianato) dispone che ai sensi dell'art. 19, co. 2: a) parte prima, del D.Lgs. n. 81/2015, il contratto a tempo determinato per lo svolgimento di mansioni di pari livello e categoria legale tra lo stesso datore e lavoratore, non può superare i 36 mesi comprensivi di proroghe e rinnovi, indipendentemente dai periodi di interruzione che intercorrono tra un contratto e l'altro; b) parte seconda, del D.Lgs. n. 81/2015, qualora il limite dei 36 mesi sia superato, ...