Previdenza

Fmi: riforma dei contratti per crescere in competitività

di Rossella Bocciarelli

Il Fondo monetario internazionale ha dato la sua “benedizione” al miglioramento congiunturale nel nostro paese, avallando una stima di crescita dell’1,3 per cento per l’anno in corso. Ma il board dell’organismo di Washington, che ieri ha pubblicato i documenti con il dibattito tra i direttori, non rinuncia a incalzare l’Italia affinché faccia di più per ridurre gli storici elementi della sua fragilità. I nodi si chiamano debito pubblico al 133%, si chiamano prestiti deteriorati ancora fra i più elevati...