L'esperto rispondeContrattazione

Contratto a termine successivo a somministrazione

di Nobis Gianfranco

La domanda

Considerata la sostanziale equiparazione attuata dal Dlgs 81/2015 tra contratto di somministrazione e contratto a tempo determinato, fatte salve le specifiche eccezioni individuate dalla stessa normativa, si chiede se in caso di successione tra contratto di somministrazione a termine e contratto a tempo determinato diretto sia da rispettarsi l'intervallo temporale di cui all'articolo 21, comma 2, del Dlgs 81/2015 (10 o 20 giorni).

La disciplina del rapporto di lavoro a tempo determinato, non in somministrazione, richiede generalmente il rispetto del periodo cuscinetto ( intervallo tra un contratto e l'altro) a norma dell'articolo 21 del D.lgs. 81/2015, pari a 10 giorni oppure venti giorni in caso di contratto di durata superiore ai sei mesi. Inoltre, per espressa previsione dell'articolo 17 del D.L. 41/2021 ( c.d. Sostegni) in deroga alle disposizioni ordinarie, fino al 31/12/2021 sarà possibile di prorogare o rinnovare un...