L'esperto rispondeAdempimenti

CU datore di lavoro non sostituto d’imposta

di Matteo Cremonesi

La domanda

Un datore di lavoro non sostituto d’imposta (Ambasciata, Consolato etc) è obbligato ad utilizzare il format Ministeriale delle CU per certificare i redditi corrisposti ai lavoratori autonomi e autonomi occasionali? Sussiste l’obbligo da parte di questa tipologia di datori di trasmettere le Cu all’Agenzia delle Entrate? Se si, in quali scadenze? Per quanto riguarda i dipendenti di datori di lavoro non sostituti (Ambasciate e Consolati che occupano dipendenti in Italia) rientrano nei casi in cui è previsto l’invio dei soli dati previdenziali? Oppure devono essere trasmessi anche i dati del reddito (punto 1) anche se non è stata applicata alcuna ritenuta?

Deve ritenersi che ove il committente non operi come sostituto (ad esempio le Ambasciare e i Consolati stranieri in Italia), non essendo tenuto ad effettuare le ritenute alla fonte sui compensi corrisposti al lavoratore autonomo, anche occasionale, non dovrà provvedere al rilascio della CU (ferma restando la necessaria autotassazione da parte del lavoratore, in sede di dichiarazione dei redditi).

Per quanto riguarda invece i dipendenti di Ambasciate e Consolati, occorre provvedere alla certificazione...