Agevolazioni

Editoria: scattano i contributi per chi assume giovani under 35

Riconosciuto un contributo forfettario di 8mila euro per ogni contratto di lavoro a tempo indeterminato perfezionatosi nel corso del 2022

di Marcello Mello

È stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale numero 268 del 16 novembre 2022, il Dpcm 28 settembre 2022 recante la ripartizione delle risorse del Fondo straordinario per gli interventi di sostegno all'editoria.
Con il citato provvedimento, sono state assegnate risorse pari, per il corrente anno, a 90 milioni, così come previsto dall'articolo 1, comma 375, della legge 234/2021 (Legge di Bilancio 2022).
Di notevole rilevanza, tra le diverse misure previste, è il contributo, previsto dall'articolo 4 del Dpcm, concesso per l'assunzione, a tempo indeterminato, di giovani professionisti con competenze digitali e la trasformazione dei contratti a tempo determinato.
In particolare, ai datori di lavoro appartenenti alle imprese editoriali di quotidiani e periodici, anche di nuova costituzione, alle agenzie di stampa e alle emittenti televisive e radiofoniche locali che assumono giovani giornalisti e professionisti con età non superiore ai 35 anni in possesso di qualifica professionale, opportunamente attestata, acquisita nel campo della digitalizzazione editoriale, dell'informazione e documenti informatici, della comunicazione e sicurezza informatica, del servizio on-line e trasformazione digitale, anche nel settore dei media, viene riconosciuto un contributo forfettario nella misura di 8mila euro per ogni assunzione con contratto di lavoro a tempo indeterminato, perfezionatosi nel corso dell'anno 2022, escluse le assunzioni effettuate, ai sensi dell'articolo 2, comma 2, del decreto legislativo 69/2017, nell'ambito di piani di riorganizzazione o ristrutturazione aziendale.
Inoltre, al fine di promuovere la stabilità dell'occupazione, ai medesimi datori di viene, altresì, riconosciuto un contributo forfettario nella misura di 12mila euro per la trasformazione, nel corso dell'anno 2022, di un contratto giornalistico a tempo determinato ovvero di collaborazione coordinata e continuativa in contratto a tempo indeterminato.
Le agevolazioni in commento sono concesse nei limiti di cui al regolamento (Ue) n. 1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti «de minimis».
Le modalità per la fruizione dei contributi di cui sopra saranno definite con provvedimento del Capo del Dipartimento per l'informazione e l'editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©