L'esperto rispondePrevidenza

L’inquadramento previdenziale del datore per lavori edili in un’azienda metalmeccanica

di Silvano Imbriaci

La domanda

Un’azienda metalmeccanica con dipendenti produce componenti altamente tecnologici (industria). Costruito il nuovo capannone (lavori di costruzione affidati a specifica impresa edile), ha deciso di effettuare direttamente tutti gli altri lavori di posa piastrelle, tinteggiatura pareti, posa infissi, e così via, assumendo personale dedicato a questa specifica attività (tempo determinato per 6 mesi). Si chiede se ai fini previdenziali questa attività comporti l’apertura di una nuova matricola per l’inquadramento nel settore edilizia industria e quindi iscrizione alla cassa edile. I dipendenti assunti specificatamente per tali attività lavoreranno in un "cantiere" e quindi, si vogliono evitare possibili contestazioni in caso di ispezioni.

Nella situazione descritta nel quesito, in punto di corretta iscrizione anagrafica aziendale e inquadramento, si consiglia l’apertura di una nuova matricola espressamente dedicata alle lavorazioni edilizie, anche se temporanee, in quanto questo passaggio è necessario per la copertura previdenziale e assicurativa degli operai che svolgono attività in ambito edilizio (compresa l’iscrizione alla cassa edile). Si tratta di un’attività esterna rispetto al normale ciclo lavorativo dell’azienda e da svolgere...