Previdenza

Dal 1° gennaio pensioni più ricche del 7,3%. Stretta in vista sugli assegni alti

di Mauro Pizzin

Link utili

Tratto da Top24 e Smart24

Per gli emolumenti oltre 2.100 euro la nuova legge di bilancio potrebbe cambiare i criteri di rivalutazione

Dal 1° gennaio 2023 gli assegni pensionistici dal valore ricompreso entro quattro volte il trattamento minimo saranno aumentate del 7,3% grazie alla perequazione automatica delle pensioni e in base a quanto stabilito dal decreto Mef-Lavoro dello scorso 10 novembre, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 271/2022 del 19 novembre. Per quelle di entità superiore, attualmente, già sottoposte a un décalage, nella prossima legge di bilancio potrebbe essere però prevista una correzione in senso peggiorativo...